chiesa invenzioGiungendo da Milano lungo il Naviglio in direzione Abbiategrasso, si arriva a Gaggiano. In prossimità del ponte, sulla riva destra, sorge l'antica chiesa di Sant'Invenzio, un edificio fortemente voluto dal Cardinale Federico Borromeo. Lo stile è barocco, anche se documenti datati XII sec. ne certificano la presenza molto prima. I lavori di ampliamento, che portarono la chiesa ad essere ciò che oggi noi tutti vediamo, furono avviati a partire dal 1618. L'intervento fu notevole e ne modificò significativamente la fisionomia: ad esempio l'altare fu rivolto a nord e non più ad est e la facciata fu spostata nel lato sud. Un altro ampliamento è datato 1757/'58 con la realizzazione di cappelle laterali dedicate a Sant'Antonio e a San Giuseppe.

 

L'odierno edificio è facilmente riconoscibile grazie allo stile barocco e alle colorazioni che caratterizzano la facciata. Il bianco è predominante, anche se l'ocra che orna e impreziosisce i bordi risalta all'occhio del visitatore. Da notare il campanile datato 1606 ad opera dell'ingegner Ercole Turati che domina l'intera chiesa.

 

All'interno si possono ammirare affreschi risalenti al 1800, anche se il più famoso raffigura la Madonna delle Grazie col Bambino ed è posto alla sinistra dell'ingresso. La sua fama  è dovuta ad un presunto evento miracoloso datato 1620, quando durante i lavori di rifacimento dell'edificio il tetto del tempio crollò senza mietere vittime né tra i lavoratori, né tra i passanti e nemmeno tra i fedeli. Tutto fu distrutto, tranne il prezioso affresco che da quel momento fu considerato miracoloso e divenne meta di numerosi pellegrinaggi.

 

Resta sempre aggiornato con la nostra Newsletter Iscriviti

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok