pampuri.jpgRiccardo Pampuri nasce a Trivolzio (Pv) il 2 agosto del 1897. Nel periodo dal 1900 al 1915 studia presso il collegio S. Agostino di Pavia e consegue il diploma ginnasiale e quello liceale. Nel 1915 inizia a frequentare la facoltà di Medicina e Chirurgia di Pavia, tuttavia le vicende belliche
del periodo lo coinvolgono in prima persona costringendolo ad arruolarsi all'89a Sezione di Sanità. Viene quindi assegnato all'ospedale da campo con sede a Malonno in Valle Camonica, in provincia di Brescia. Finita la prima guerra mondiale, Riccardo prosegue gli studi in medicina conseguendo, il 6 luglio del 1921, la laurea in Medicina e Chirurgia a pieni voti.


Nel periodo post laurea, dal 1921 a 1927, diventa medico condotto a Morimondo ed è in questo periodo che matura una coscienza religiosa che cambierà la sua esistenza. Nel 1925, infatti, conosce Don Riccardo Beretta che influenza pesantemente la vita di Pampuri. è proprio grazie all’intermediazione di Don Beretta che Pampuri entra in contatto con i Fatebenefratelli e si trasferisce il 7 luglio 1927 a Brescia all’Ospedale S. Orsola dove inizia l’anno di noviziato indossando l’abito religioso e assumendo il nome di Fr. Riccardo (il suo nome di battesimo era Erminio). Tuttavia la salute gracile lo costringe, nella primavera del ’29, a curare la pleurite a Gorizia e far successivamente ritorno a Brescia dove, a causa di un’improvvisa recrudescenza del male, morirà il 1 maggio 1930.


Il 4 ottobre 1989 Giovanni Paolo II proclama Beato il Venerabile Riccardo Pampuri al quale vengono anche riconosciuti due miracoli: la guarigione di Adeodato Comand e quella di Ferdinando Michelini. Il 16 marzo 1997 il corpo di S. Riccardo viene trasportato nella chiesa di Trivolzio (Pv) e collocato in un’urna di cristallo per le visite dei fedeli.
 
 
Luca Crepaldi

Resta sempre aggiornato con la nostra Newsletter Iscriviti

Cookies make it easier for us to provide you with our services. With the usage of our services you permit us to use cookies.
Ok