Sunday 15 December 2019
Parco Naviglio


Santa Maria Nuova di Abbiategrasso

La basilica, eretta nel 1388 per celebrare la nascita in Abbiategrasso del figlio di Gian Galeazzo Visconti, Giovanni Maria, è preceduta da un quadriportico rinascimentale che mostra nella facciata la grande arcata del pronao (1497) lasciato incompiuto, secondo alcune fonti, da Donato Bramante e che rappresenterebbe l'ultimo lavoro del maestro in terra lombarda.

La chiesa divenne sede parrocchiale solo a partire dal 1578, in occasione della visita di San Carlo Borromeo. In virtù di questo riconoscimento la struttura dell'edificio variò nel corso dei secoli, specialmente nell'area del pronao, che venne ultimato nel '500 da Tolomeo Rinaldi.

Nel XVIII secolo venne eretta invece una nuova sagrestia sul lato settentrionale del presbiterio e l'oratorio dell'Addolorata lungo i portici. Le modifiche interne, realizzate nel 1740, sono oggi attribuite a Francesco Croce, e si basano su una concezione dello spazio tipicamente settecentesca: una navata centrale rialzata, illuminata da finestroni che accompagnano la luce nelle grandi volte a crociera, che sostituivano le precedenti strutture a capriate. Lungo i lati della chiesa, nello stesso periodo, vennero realizzate cinque nuove cappelle. L'Ottocento apportò nuovi lavori di ristrutturazione, soprattutto nella decorazione delle volte affrescate e nello specifico delle balaustre e nella pavimentazione marmorea.

(Sopra: La facciata della chiesa di S. Maria Nuova ad Abbiategrasso - Foto di Domenico Iacaruso)






© parconaviglio.com 2010 | Tutti i diritti riservati | E' vietata la riproduzione anche parziale | P.Iva 08761490153

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’ utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso dei cookies espressi nel documento seguente. Leggi documento