Friday 6 December 2019
Parco Naviglio


La Via Francisca del Lucomagno: in cammino dalla Svizzera a Roma


Un antico tracciato romano-longobardo che da Costanza (centro Europa), attraversando la Svizzera mediante il passo del Lucomagno, arrivava a Pavia per poi collegarsi con la Via Francigena verso Roma. Stiamo parlando della famosa Via Francisca del Lucomagno.

Tale percorso rappresentava all'epoca un importante collegamento dal centro Europa alla Pianura Padana: numerosi personaggi percorsero questo tracciato e tra i più famosi ricordiamo San Colombano, morto a Bobbio nel 615, e gli imperatori Enrico II e Federico Barbarossa. Pare che storicamente la Via consentisse anche di raggiungere il Cammino di Santiago di Compostela attraverso una deviazione verso Vercelli ed Arles, in Francia.

In tempi recenti, considerato anche il rinnovato interesse per i cammini storico-religiosi, si è avviata la riattualizzazione della Via Francisca del Lucomagno, su proposta dell'Association Internazionale Via Francigena (AIVF).

Il 21 settembre 2017 i Comuni dell'area metropolitana milanese e della Provincia di Pavia che sono attraversati dalla Via Francisca del Lucomagno hanno firmato un protocollo di intesa, promosso dalla Regione Lombardia, finalizzato a dar vita ad un progetto di valorizzazione dell'antica via dei pellegrini denominata Via Francisca, perseguendone la riscoperta, riconoscendone i valori storico, religiosi e culturali e turistici e promuovendone la fruibilità.

Comuni coinvolti sono:

-Città Metropolitana di Milano: Abbiategrasso, Albairate, Bernate Ticino, Besate, Boffalora Ticino, Buscate, Cassinetta di Lugagnano, Cuggiono, Magenta, Morimondo, Motta Visconti, Ozzero, Robecco sul Naviglio

-Provincia di Pavia: Bereguardo, Casorate primo, Pavia, Torre d'Isola

Hanno inoltre firmato il protocollo il Consorzio di Bonifica Est Ticino Villoresi, il Parco del Ticino, la Città Metropolitana di Milano e la Provincia di Pavia.

Il cammino consente la scoperta di un notevole patrimonio artistico, culturale e religioso e di varietà paesaggistiche e naturali importanti e coinvolge un numero crescente di turisti e pellegrini contemporanei. Con un piccolo grande impulso all'economia locale dei territori che attraversa. 

Maggiori informazioni sui percorsi (percorribili tutti anche in mountain bike), su come prepararsi all'esperienza, sulle accoglienze e sui punti di interesse sul sito ufficiale.

Aggiungi commento







© parconaviglio.com 2010 | Tutti i diritti riservati | E' vietata la riproduzione anche parziale | P.Iva 08761490153

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’ utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso dei cookies espressi nel documento seguente. Leggi documento