Sunday 17 November 2019
Parco Naviglio


Area umida: il sindaco ordina lo stop dei lavori

Un primo, importante risultato è arrivato nella lotta contro lo smantellamento dell'area umida di Abbiategrasso. È di ieri, mercoledì 19 giugno, l'ordinanza del Sindaco Arrara (in allegato) che impone l'immediato arresto dei lavori e il ripristino delle condizioni precedenti all'intervento della proprietà. Le motivazioni di questa scelta politica appaiono in linea con quanto sollevato nei giorni scorsi dalle associazioni ambientaliste in merito all'effettivo valore naturalistico dell'area.

Nell'ordinanza si legge che nell'area in prossimità di via Papa Giovanni "si è generato un peculiare sistema ecologico di biodiversità (habitat) nel quale risulta assai probabile si siano insediate specie rare, sia animali che vegetali, protette." Sempre nel documento si legge che la proprietà, Essedue S.r.l di Bergamo, "ha di recente mutato il regime delle acque al fine di prosciugare l'area" e "ove dette attività dovessero proseguire si determinerebbe un danno irreversibile all'ecosistema e quindi alle specie tutelate."

Ciò che emerge, dunque, è la ferma volontà di tutelare il parco giardino dell'Annunciata alla luce del suo valore naturalistico. Quanto determinato dall'ordinanza sembra incontrovertibile e non appare nemmeno modificabile in futuro, altrimenti verrebbe smentito quanto annunciato dall'amministrazione nel documento.

Per il momento, però, il presidio previsto per giovedì 20 giugno alle 15.00 in Piazza Marconi, quando l'Amministrazione incontrerà la Essedue, è confermato. Questo per ribadire che nonostante le istanze che l'Amministrazione riceverà dalla proprietà, Abbiategrasso attraverso le proprie associazioni sostiene questa scelta coraggiosa.

 






© parconaviglio.com 2010 | Tutti i diritti riservati | E' vietata la riproduzione anche parziale | P.Iva 08761490153

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’ utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso dei cookies espressi nel documento seguente. Leggi documento