cusago Santa Maria RossaL'Abbazia di Santa Maria Rossa in Cusago fu un'abbazia agostiniana, oggi edificio destinato ad attività culturali.

 

L'abbazia fu edificata nella seconda metà del Trecento ad opera di frati dell'Ordine, che ne fecero, oltre alla parrocchia del Castello Visconteo di Cusago, cui era direttamente collegata tramite un tunnel sotterraneo rinvenuto durante i lavori di ristrutturazione effettuati alla fine degli anni ottanta, anche la più proficua e produttiva azienda agricola di quella zona, con a servizio più di cento servi della gleba. L'attività sotto l'egida del clero della piccola Abbazia terminò nel 1798 quando, coinvolta dalle soppressioni che in età napoleonica decimarono una notevole quantità di conventi, il 29 maggio 1798 il governo della Repubblica Cisalpina indirizzava al parroco di Cusago una missiva in cui faceva presente l'urgenza di ridurre la chiesetta di "Santa Maria Rossa" (allora chiamata "Santa Maria del Bosco") allo stato profano, indicandone le modalità:

 

«Dopo breve orazione avanti all'altare, reciterà l'orazione della Vergine, indi leverà dall'altare la pietra sacra e le reliquie, se ve ne sono, riportandole alla chiesa parrocchiale con decenza, poscia darà un colpo di martello alla mensa, e lascerà che gli altri distruggano il rimanente»

 

La chiesetta, decorata all'interno con pregevoli affreschi di maestri lombardi della fine del XIV secolo, cominciò così il suo periodo laico che ne vide la decadenza a stalla e magazzino agricolo. Nel 1931 un funzionario della Soprintendenza ai Beni Culturali di Milano si accorse dello stato di degrado in cui versava l'antico monumento e diede avvio ad un carteggio che durò più di vent'anni, al fine di imporre alla famiglia Gerli, allora proprietaria dell'immobile, di provvedere al restauro. Nel 1954 si raggiunse infine un compromesso con il proprietario che cedette, a titolo gratuito, cinque affreschi alla Soprindendenza, a patto che essa sostenesse le spese per il loro strappo e consentisse l'uso dell'immobile quale magazzino di ristoro per gli attrezzi agricoli e stalla. Nel 1988 l'edificio venne acquistato dal una società privata che, seguendo i dettami della Soprintendenza, fece un completo restauro conservativo, e ne destinò l'utilizzo prevalentemente per lo svolgimento di attività culturali. Gli affreschi strappati dalla Soprintendenza a metà del secolo scorso sono oggi conservati ed esposti presso il Museo del Castello Sforzesco di Milano.

 

 

(Fonte: Wikipedia)

22 Gennaio 2020

Giornata della Memoria: tutti gli eventi di Abbiategrasso

by Ivan Donati

Ricordare non è solo un proforma, una commemorazione che nasce e muore in 24 ore. Non dimenticare è un dovere civico, etico, politico e culturale per le generazioni di oggi, di ieri e di domani. Studiare i fatti, analizzarli e approfondirli è la conditio sine qua non per non ripetere abominevoli errori del passato che, troppo spesso, si riaffacciano nell'oggi.…
16 Gennaio 2020

Se Fosse un Fiore: Consuelo Santoro ha partecipato al concorso sanremese dedicato al noto festival…

by Ivan Donati

“Un’esperienza indimenticabile che mi auguro vivamente di ripetere l’anno prossimo. Tanta l’emozione, mista a un po’ di ansia che ci sta in una location del genere e in gara con eccellenze nazionali. Fa un certo effetto sapere di essere considerati fra i 22 migliori flower designer d’Italia. Confrontarsi e mettersi in gioco con i migliori è sempre un grande slancio.”…
13 Gennaio 2020

Tutto lo Spazio Suona - Tra Musica e Natura: la nuova stagione musicale dell'Accademia dell'Annunciata

by Ivan Donati

Grande fermento per la nuova, imminente stagione di un'istituzione culturale abbiatense, e non solo. L'ormai presitigiosa Accademia Musicale dell'Annunciata di Abbiategrasso è pronta ad ammaliare il pubblico di ieri, di oggi e di domani con un carnet di 5 concerti davvero interessanti, presentati e introdotti dall'istrionico scrittore Luigi Balocchi. Pubblichiamo il calendario, in programma da gennaio a maggio. Abbonamenti alla Stagione e…
07 Gennaio 2020

Libri per iniziare al meglio il 2020

by Ivan Donati

Instancabili operatori culturali, sempre pronti a spendersi per promuovere arte, incontri e creatività, Angela e Augusto, insieme a tutto il loro staff, sono le anime de L'Altra Libreria, linfe vitali di un'attività imprescindibile nel panorama abbiatense, e non solo. Immancabili e graditissimi i loro consigli di lettura per un inizio di 2020 a misura di pagina.            …
07 Gennaio 2020

InCorto 2020: cortometraggi sul tema delle Trasformazioni nel concorso di Robecco sul Naviglio

by Ivan Donati

Le trasformazioni sono passaggi di stato, attraversamenti di spazio e di tempo, movimenti improvvisi oppure lenti. Il cambiamento è la chiave di ogni trasformazione. Si parla di un prima e di un dopo, di qualcosa che non è più com'era all'inizio. Le trasformazioni sono parte della natura, del nostro mondo, del macro e del micro. Sono un modo per confermarci…
07 Gennaio 2020

Cineforum di Bareggio: i film di gennaio

by Ivan Donati

Un 2020 all'insegna del grande cinema, fra storie, pellicole e autori che hanno regalato al pubblico piccoli-grandi capolavori, nel corso della passata stagione. Quindi, cinefili di oggi e di ieri, della zona e non, appuntamento come sempre al Cine Teatro San Luigi di Bareggio (Via IV Novembre, 42) per un calendario tutto da scoprire. Quando? Ogni venerdì, alle ore 21.15 (ingresso: 6 Euro; ragazzi e spettatori da 16 a 20 anni:…
31 Dicembre 2019

Il nostro augurio di Buon Anno

by Ivan Donati

    Partire dal territorio, arrivare al territorio, percorrerne i sentieri, più o meno noti, di scoperta e condivisione. Oggi più che mai, in qualunque momento e a qualunque livello, ciascuno di noi può e deve attivarsi per raccontarlo, valorizzarlo, salvaguardarlo e... amarlo: questo il nostro augurio più sincero per il 2020. A tutti i lettori, di ieri, di oggi e di…

Resta sempre aggiornato con la nostra Newsletter Iscriviti

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok