laluC'è qualcosa di nuovo oggi nel sole, anzi d'antico... recitava una celeberrima poesia di Giovanni Pascoli. Ed effettivamente, con l'arrivo della bella stagione e, si spera, la lenta ripresa a una vita normale o il più possibile tale, la voglia di rinnovamento è parecchia. Ne parlo con Luciana Marsano, hair stylist di Lalù By Diadema (Piazza V Giornate, 23 - Abbiategrasso) nonché formatrice di Acconciatura e Storia del Capello presso Diadema Accademy, che si rivolge ai parrucchieri del domani.

La solare titolare del salone abbiatense, seppure fortemente preoccupata dalla contingenza epidemiologica e dal fatto che potrà riaprire solo i primi di giugno (come da ultimo decreto) non getta la spugna, anzi. Studia, si mette in discussione e progetta un ritorno in gande stile, diverso nell'approccio con clienti (e studenti) ma animato come sempre dalla voglia di fare, e bene. "Non si cercherà di ripartire solo con i capelli in ordine, ma si avrà voglia di nuovi tagli e nuovi look: una nuova immagine, insomma. In questo momento di chiusura sono disponibile, oltre che per la vendita a domicilio di prodotti per la cura e l'igiene del capello, per consulenze telefoniche (
3341033890). E mi fa piacere dirti che sono stata contattata anche da chi non frequentava il mio centro. Questo mi lusinga..."


Qual è il tuo metodo, se così posso definirlo? "Io e il mio staff ci concentriamo molto sull'armo-cromia, ovvero lo studio dei colori amici. Questo naturalmente dopo l'analisi e la cura del cuoio capelluto con i prodotti più opportuni. Come seminare un terreno per poi attendere e accogliere il raccolto. C'è una stretta relazione tra taglio e forma, e da qui si parte, con lo specchio come fidato alleato." Dalla prospettiva morfologica ci si affaccia poi all'universo affascinante delle cromie, della palette, delle sfumature. E 
Luciana ci spiega, rifacendosi a studi dermatologici, come il colore degli occhi, dei capelli e la carnagione determino 4 fototipi: inverno, primavera, estate e autunno, a loro volta suddivisi in 4 macrocategorie, che bisogna considerare nel prediligere una gradazione di colore piuttosto che un'altra. "L'importante non è tanto scegliere di applicare una tinta bionda, ma valutare al meglio quale sfumatura di biondo vada incontro a queste categorie, perché così come ci sono colori amici ce ne sono altrettanti non amici. Sono tante le variabili da considerare per lavorare al meglio e valorizzare le personalità di chi fruisce del servizio."

Grande importanza, quindi, al rapporto umano, all'ascolto attivo del cliente e alla capacità di orientarlo mettendo in luce i suoi punti di forza. "Mai come oggi il nostro lavoro deve fare della personalizzazione un punto cardine, come quando un sarto realizza un abito su misura: il principio è lo stesso. Perchè non si vende solo un taglio ma, come già dicevo, un'immagine, con tutto ciò che ne consegue: autostima, sicurezza, benessere quotidiano. Non a caso ho scelto Abbiategrasso dove questa dimensione sociale  è ancora molto presente e dove posso creare rapporti che durano e si trasformano nel tempo." 
Cosa ami del tuo lavoro? "Adoro quanto una cliente mi dice fai tu: è una grande prova di fiducia per me che cerco di essere sempre la professionista sotto casa. E devo dire che capita sempre più spesso...."

Qui le varie attività commerciali che effettuano consegne a domicilio nel territorio dell'Abbiatense. L'elenco è in continuo aggiornamento ed è a cura di Confcommercio Abbiategrassohttp://www.ascom.abbiategrasso.mi.it/

Resta sempre aggiornato con la nostra Newsletter Iscriviti

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok