Friday 13 December 2019
Parco Naviglio


Itinerario fra le Ville del Naviglio Grande

Partendo da Milano potete percorrere il Naviglio Grande in bici, in moto o in automobile: il percorso, assai semplice e ben segnalato da cartelli stradali, prevede un totale di circa 20 km da Gaggiano a Robecco sul Naviglio.

Partite dal centro di Gaggiano: lì troverete il Palazzo Venini Uboldi e la barocca villa Marino che si dice luogo essere stato luogo di villeggiatura del banchiere Tomaso Marino. Dal centro del paese potete intraprendere il percorso degli antichi Monasteri, oppure proseguire lungo la Statale 494 verso Abbiategrasso: arriverete a Castelletto, piccolo pittoresco borgo nel punto in cui il Naviglio si divide: qui potete vedere il grande Palazzo Cittadini dove ha soggiornato Giuseppe Mazzini, con ricchi affreschi settecenteschi all'interno.

Uscendo da Castelletto verso Abbiategrasso giungerete in via Mazzini: lungo la strada ecco il Palazzo Corio, un tempo sede del Dazio e poco oltre l'imponente Villa Sala Cocini, settecentesca. Giunti nel centro di Abbiategrasso recatevi in via Teotti dove prospetta la facciata di Casa Orsini di Roma, che ha mantenuto le forme medievali e rinascimentali. Spostatevi poi in via Cattaneo per visitare la Villa Comunale Sanchioli, di recente restaurata, con un ampio parco circostante e strutture risalenti al Settecento e all'Ottocento.

Lasciando Abbiategrasso fate tappa a Cassinetta di Lugagnano: il settecentesco Palazzo Negri è sede del Comune, ma non fermatevi solo lì perché il paese è ricco di bellissime dimore signorili: Villa Visonti, neoclassica, Villa Eusebio, settecentesca, Villa Trivulzio, esempio di raffinato neoclassicismo nei modi del Piermarini e infine Villa Clari Monzini, dell'inizio del Settecento.

Potrete concludere l'itinerario sempre lungo il Naviglio Grande a Robecco: altra località ricca di dimore nobiliari, fra le quali la più spettacolare è certamente Villa Archinto, dell'architetto abbiatense Carlo Federico Pietrasanta, incompleta ma affascinante nell'affaccio delle sue merlate torri sull'acqua del canale; accanto troverete Villa Gandini, un tempo corte di divertimenti di Ludovico il Moro, esistente già nel XIV sec., rimaneggiata nei successivi. Dall'altra parte del Naviglio vi è la Casa Sironi Marelli, con ricchi giardini, mentre più all'interno del paese sorgono Villa Gromo di Ternengo, seicentesca, e Villa Scotti, sede del Municipio, dell'inizio dell'Ottocento.

(Nella foto: il centro di Cassinetta di Lugagnano - Foto di Domenico Iacaruso)






© parconaviglio.com 2010 | Tutti i diritti riservati | E' vietata la riproduzione anche parziale | P.Iva 08761490153

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’ utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso dei cookies espressi nel documento seguente. Leggi documento